Il Trail per Gli Orsi

Con il termine “TRAIL” si intende la corsa di lunga e media distanza effettuata su terreni naturali, generalmente comprendente notevoli dislivelli altimetrici, condotta in regime di semiautonomia. In questo genere di corse l’ambiente offre uno scenario suggestivo che coinvolge l’atleta dal punto di vista emozionale. Conoscere se stessi, gestire lo sforzo senza contare su aiuti esterni, vivere la natura a piene mani, uscire dalle strade, evitare di correre guardando in continuazione il cronometro: questi sono i principali motivi che hanno spinto migliaia di podisti negli Stati Uniti, in Europa e in particolare in Francia dove nel 2006 si sono effettuate circa 700 gare.

Il movimento sportivo del Trail è supportato da consolidate organizzazioni, pubblicazioni tecniche e scientifiche, libri e riviste: sono centinaia le gare organizzate in giro per il mondo ed esistono riviste mensili specializzate dedicate solo a questo argomento con approfondimenti monotematici, tecnici ed approfonditi, relativi a preparazione atletica, alimentazione, programmazione degli allenamenti, concatenamenti delle gare, schede tecniche relative all’equipaggiamento e recensioni (notice book) riguardanti le gare più importanti disputate nel mondo. Ai francesi va anche attribuito il merito di aver dato un inquadramento etico alla disciplina sportiva: è importante che il trailer prenda coscienza che spesso attraversa delle aree naturali con un equilibrio ambientale fragile, che è assolutamente vietato buttare a terra rifiuti durante la gara o gli allenamenti, che è scorretto usufruire di punti di rifornimento personali durante la gara che non siano gestiti dagli organizzatori, che è doveroso soccorrere un concorrente infortunato o che si trovi in pericolo durante la gara. Il gruppo de “GLI ORSI” ha maturato negli anni una grande esperienza in merito a questo genere di disciplina sportiva e tra le sue fila può vantare la presenza di atleti di valore internazionale ed esperti conoscitori della materia. Viste queste premesse la volontà del gruppo è quella di dare alla gara una rilevanza internazionale con la speranza che possa diventare punto di riferimento a livello italiano.